Injury at area of tattoo - what to do to keep it fresh

Lesione nell'area del tatuaggio: cosa fare per mantenerlo fresco

Il tatuaggio stesso è una forma di taglio. Tuttavia, differisce da una ferita normale in quanto viene eseguita in condizioni sterili e controllate. Inoltre un tatuaggio ben curato generalmente guarisce senza problemi. Gli infortuni involontari sono una questione diversa: alcuni sono superficiali e innocui, mentre altri possono rappresentare una vera minaccia per il tuo nuovo progetto. Quindi, quando senti un "ahi" sul tuo buco, non c'è da meravigliarsi se sei un po' nel panico. Dopotutto, non spendi molti soldi e ore di dolore solo per dover coprire un modello danneggiato con i tuoi vestiti. Quando c'è qualcosa di cui preoccuparsi? Come aiutare la pelle a rigenerarsi affinché il tatuaggio non sbiadisca?


Ferite su un tatuaggio vecchio e nuovo: qual è più pericoloso?


Quando abbiamo più motivo di preoccuparci: se il taglio è su un vecchio tatuaggio o su uno nuovo di zecca? Molto dipende dalla natura del taglio stesso: dalla sua profondità, dall'estensione, da come è stato effettuato e dall'eventuale rischio di infezione batterica.

Tuttavia, in generale si può dire che un nuovo tatuaggio è più rischioso. La pelle non ha avuto il tempo di guarire dopo ripetute punture e l'inchiostro non si è depositato nelle cellule della pelle. Una lesione a questo punto può interrompere il processo di guarigione e la progettazione risulterà difettosa fin dall'inizio.

Se ti ferisci in un buco che è già rimarginato, hai una possibilità leggermente maggiore di evitare le conseguenze. La pelle è già più forte e si rigenera più velocemente. Questo però non significa che non ci siano rischi: anche in questo caso molto dipende dal tipo di taglio, ma anche da come ci prendiamo cura quotidianamente della nostra pelle.

Intervento medico: ne hai bisogno?


La prima cosa a cui pensare non è il taglio in sé, ma la vostra salute e sicurezza. Valuta se il taglio è abbastanza grave da richiedere cure mediche. Dovresti recarti in un ambulatorio o anche al pronto soccorso se c'è un'emorragia abbondante, se la ferita è molto sporca o se ci sono corpi estranei che sporgono dalla ferita (non cercare di rimuoverli da solo!).

Se il medico decide che la ferita necessita di punti di sutura, purtroppo dovrai sottoporti a questa procedura. Ciò lascerà una cicatrice, che potrebbe essere abbastanza visibile, ma è comunque il minore dei due mali rispetto al sanguinamento o all'infezione. Una volta che la ferita sarà guarita, potrai pensare a coprirla.


Non dare una possibilità ai batteri


Non è abbastanza serio da richiedere cure mediche? Ottimo: le tue possibilità di evitare il deterioramento del tatuaggio aumentano. Assicurati di disinfettare accuratamente prima. Lavare la ferita e la pelle circostante per eliminare le particelle di sabbia o altro piccolo sporco.

Successivamente lavare il taglio con un disinfettante a base di octenidina. Oltre ad uccidere quasi tutti i batteri, virus e funghi, è estremamente delicato e non irrita né secca la ferita. Naturalmente non lo avrete sempre a portata di mano: all'aperto possono verificarsi incidenti. Qualunque sia la situazione, assicurati di aver esplorato tutte le opzioni per una decontaminazione affidabile. Se l'octenidina non è disponibile, prendi in considerazione il perossido di idrogeno o anche l'alcol (anche se sarà doloroso).

Usa un sapone delicato per tatuaggi in schiuma contenente ioni d'argento antisettici per lavare la ferita ogni giorno. Questo cosmetico dovrebbe essere sempre tenuto sul ripiano della doccia da ogni persona tatuata.

Benda: qual è la migliore?


Una volta che la ferita è pulita, deve essere protetta dalla penetrazione di agenti patogeni dall'esterno. Allo stesso tempo, la pelle deve poter respirare in ogni momento: la medicazione non deve bloccare lo scambio di gas o causare accumulo di umidità.

La soluzione migliore nel caso di un foro fresco sarà una medicazione idrogel o idrocolloide, del tipo che utilizziamo per le lesioni termiche. Se il tatuaggio ha già molti anni e la ferita non è molto grave, è sufficiente una semplice benda, ricordatevi però di cambiarla regolarmente.

Cura dell'area lesa: come dovrebbe essere?


Quando si verifica una lesione da tatuaggio, il tuo più grande alleato è un’adeguata cura della pelle. Se avete trascurato l'argomento per anni e avete causato secchezza della pelle e perdita di elasticità, purtroppo le probabilità sono scarse: ecco perché la cura quotidiana regolare è così importante.

Dopo un infortunio, aumenta la frequenza con cui spalmi un cosmetico naturale - una crema o un burro per tatuaggi - sulla pelle danneggiata, garantendo l'apporto di nutrienti e il ripristino della barriera idrolipidica danneggiata. Finché c'è essudato dalla ferita, evitare l'area lesa. Una volta che la ferita è guarita, applicare la crema sulla zona cicatrizzata. Questo ti dà la migliore possibilità di evitare una cicatrice, anche se sfortunatamente non ne sarai sicuro finché il processo di guarigione non sarà completo.

Segnali di allarme: come fai a sapere quando sta succedendo qualcosa di brutto?


A volte, pur adottando le massime precauzioni, non siamo in grado di prevenire complicazioni. Il tempo è essenziale: prima agiamo, maggiori saranno le possibilità di ripresa. Non commettere errori: probabilmente una cicatrice è inevitabile, ma possiamo influenzarne l'aspetto e, soprattutto, salvare la nostra salute.

Consulta immediatamente un medico se noti sangue scuro o pus che fuoriescono dalla ferita, soprattutto se c'è un odore sgradevole. Preoccupante è anche un cambiamento nella struttura della ferita, ad esempio se crolla. Dovresti consultare un medico anche se il taglio è molto gonfio, doloroso o caldo. Dovresti recarti al pronto soccorso anche se avverti una sensazione generale di malessere: febbre, brividi, vomito, mal di testa, mal di stomaco e dolori muscolari.

Naturalmente sarebbe meglio stare attenti e non finire mai nei guai. Tuttavia, la vita può riservarti qualche sorpresa e le possibilità di evitare tagli nella zona del piercing per decenni sono piuttosto scarse. Quindi è meglio prepararsi in anticipo alla possibilità di lesioni, in modo da poter affrontare le conseguenze in seguito e prendersi cura della pelle forata nel miglior modo possibile date le circostanze.

Torna al blog